Domanda:
Montagne sacre in Giappone?
froderik
2011-12-05 03:48:39 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Ho letto di una montagna sacra in Giappone che non era il Fuji. Sai, il tipo con monasteri tutt'intorno e belle escursioni sulle colline. Quindi ora mi chiedo se questo sia un concetto comune in Giappone? E quali sono le migliori opzioni per viverlo fuori Tokyo o Osaka per una gita di un giorno o un soggiorno di una notte? Mi chiedo anche se le religioni siano miste (immagino shintoista e buddismo) o se ci sia una differenza nella religione quando si tratta di montagne sacre.

A volte in Giappone ho la netta impressione che ogni cosa più grande della più piccola delle colline abbia un tempio o un santuario in cima.
Penso che questa domanda sia in argomento qui, ma sarebbe anche un ottimo esempio di domanda sulla ** [Cultura del Giappone] (http://area51.stackexchange.com/proposals/34330/culture-of-japan) ** proposta su nell'Area 51.
buon suggerimento! (Anche se un po 'più breve] (http://area51.stackexchange.com/proposals/34330/culture-of-japan/37069#37069) ....)
Due risposte:
#1
+6
Krazer
2011-12-05 14:48:07 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Mt. Il Fuji è una delle "Tre Montagne Sacre" del Giappone (三 霊 山 Sanreizan) insieme al Monte. Tate, nella prefettura di Toyama, e Mt. Haku, nella regione di Hokuriku.

Se vuoi essere immerso nella religione shintoista, ti consiglio di visitare Kyoto. Ci sono molti templi e santuari da vedere, molto da fare e ancora di più da mangiare.

Trascorrere solo un giorno lì non renderebbe giustizia alla città, soggiorna una o due notti in un ryokan tradizionale giapponese e goditi il ​​paesaggio. Non preoccuparti di parlare giapponese, ci sono molte guide turistiche professionali di lingua inglese che saranno disposte a mostrarti in giro.

#2
+3
Michael Borgwardt
2011-12-05 15:46:40 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Lo Shinto è in fondo una religione animista che infonde spiriti in molte caratteristiche naturali (fiumi, alberi, montagne) e il buddismo giapponese ne è stato fortemente influenzato, quindi sì, le "montagne sacre" sono piuttosto comuni in Giappone. Per il buddismo, la sacralità è solitamente incentrata sui luoghi in cui hanno vissuto, insegnato o sepolti famosi insegnanti buddisti. Le due religioni sono molto contrastanti ed è comune avere piccoli santuari shintoisti all'interno di un tempio buddista più grande e viceversa.

Una famosa montagna sacra (gruppo di, in realtà) è il monte Kōya, raggiungibile da Osaka con un viaggio in treno di 1,5 ore (molto panoramico). In realtà è una piccola città vicino al luogo di sepoltura del fondatore di un'importante setta buddista. La città ha un gran numero di templi, molti dei quali hanno stanze in cui gli ospiti possono soggiornare (fondamentalmente come gli hotel), e io consiglio vivamente di rimanere per almeno una notte. L'area intorno alla città ha alcuni bei sentieri escursionistici, ma non aspettarti condizioni alpine o grandi viste panoramiche (le montagne non sono abbastanza alte per questo). Se vuoi un po 'di sfida, puoi percorrere il vecchio sentiero dei pellegrini, che è lungo oltre 20 km (ma solo 600 metri di dislivello). Potresti farlo per arrivarci (invece dell'ultima tappa del viaggio in treno), ma pianifica un tempo di percorrenza di 7 ore.

Fuori Tokyo, c'è Nikkō, non davvero una montagna sacra in quanto tale, ma un'area montuosa che ha una serie di importanti santuari e templi (incluso il luogo di sepoltura del fondatore dello Shogunato Tokugawa), e si trova vicino a un parco nazionale con uno splendido scenario (tra cui un lago e un famosa cascata) e sentieri escursionistici. Dal punto di vista paesaggistico, questa è probabilmente la scelta migliore.

Tieni presente che entrambe sono importanti destinazioni turistiche: non sarai solo (tranne che sui sentieri escursionistici; i giapponesi non sembrano esserlo molto appassionato di escursionismo).



Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...